TUTTI I COLORI di EMMA BONINOgionali Lazio 24-25

sabato, settembre 29, 2012

Settembre 2012 - Newsletter di Nausika

Particolarmente interessante e succulento il programma di NausiKa !!!
Ringraziando la Scuola di Narrazioni Arturo Bandini lo propongo a chi ama la parola in tutte le sue forme creative.
AMg



 
Non leggete per divertirvi o per istruirvi. Leggete per vivere
Gustave Flaubert


Scuola annuale di Narrazioni

L'iscrizione alla Scuola annuale di Narrazioni avviene per selezione. Non tutti quelli che nel corso degli anni hanno inviato il proprio elaborato sono stati ammessi, chi ha avuto la possibilità di partecipare ha già visto pubblicare il proprio lavoro sia esso un romanzo (come quello che potete vedere tra i consigli di lettura) o scritture di altro genere o usare le narrazioni nel proprio ambito professionale fosse quello manageriale, sanitario, educativo, dell'istruzione, della comunicazione etc...
Per partecipare alla selezione occorre inviare il proprio curriculum, una lettera di motivazione, due pagine di un proprio elaborato narrativo, saggistico o di altro tipo e l'impegno ad iscriversi, in caso di superamento della selezione, a info@narrazioni.it o per posta tradizionale all'indirizzo: Scuola di Narrazioni Arturo Bandini di Nausika, Piazza Risorgimento numero 8 - 52100 Arezzo.


La commissione che valuterà gli scritti è composta da scrittori, giornalisti e professionisti dello storytelling e docenti della Scuola annuale
La selezione avviene nel più completo anonimato, chi fa parte della commissione non sa chi sono gli altri commissari e gli scritti vengono privati di ogni riferimento all'autore.
Non è quindi possibile consegnare il materiale di persona ne richiedere appuntamenti per la consegna.
La commissione potrà richiedere un colloquio individuale al/alla candidato/a qualora gli elementi inviati non siano sufficienti.
Con la richiesta di iscrizione ci si impegna, in caso di accettazione/ammissione e superamento della selezione, ad iscriversi alla Scuola.
Inviando il materiale si autocertifica che l'elaborato allegato è di propria esclusiva produzione, non copiato da altre fonti, non scritto assieme ad altri, non riletto o corretto da terze persone.
Si rende noto che ogni riferimento a referenze di scrittori, docenti, editori o quant'altro NON costituiranno, per alcuna ragione, motivo per l'ammissione e che l'eventuale utilizzo di testi di terzi per la costruzione dell'elaborato narrativo costituirà certamente motivo di esclusione.
I moduli della Scuola di Narrazioni
GIA' ISCRITTI DA TUTTA ITALIA PER L'EDIZIONE 2013

SEMINARIO NAZIONALE LaAV 2012 (3° edizione)

13 ottobre 2012 - Arezzo
Il 13 ottobre, ad Arezzo, la terza edizione del seminario nazionale LaAV. I volontari e gli aspiranti volontari di LaAV come di consueto si ritroveranno per una giornata dedicata a:
- formazione sulla lettura ad alta voce con la bravissima attrice romana ARIANNA GAUDIO;
- aggiornamenti sulle ricerche legate agli effetti della lettura;
- spazio dedicato al rinnovo tessere associative, organizzazione nuovi circoli, spiegazione procedure, suggerimenti per attività dei circoli locali, individuazione nuovi responsabili di zona.
Siete tutti invitati ed è richiesto di coinvolgere amici, amiche, parenti ...
Nella giornata verrà presentata anche la V giornata nazionale LaAV che si svolgerà nella tarda primavera 2013 e il progetto di raccolta fondi "dal basso". Per iscriversi al seminario (il seminario è gratuito, divideremo le spese del pranzo e basta) occorre mandare una mail con i propri dati e contatti a: lettureadaltavoce@gmail.com

TROVACI SU FACEBOOK

Consigli di lettura di LaAV

"La Bestia" di Silvia Daveri

È il 1764, la Rivoluzione sta per arrivare, la Francia è turbata dalla comparsa di qualcuno o qualcosa che uccide.

Nei paesi del Gevaudan il terrore si diffonde e riaffiorano vecchie leggende. Una famiglia del luogo, fuggita dopo essere stata perseguitata in quanto accusata di essere composta da "lupi mannari" riappare nei panni di un giovane guardiacaccia estremamente affascinante.

Per i contadini e pastori abitandi di Le Malzieu, il piccolo paese di novecento anime del Gevaudan, dove si svolge gran parte della narrazione, è lui il colpevole.

La Bestia uccide, la Bestia lascia impronte troppo grosse per essere un lupo, la Bestia aggredisce soprattutto donne o bambini soli, nel fitto del bosco, poi si fa più coraggiosa.

Protagonista del romanzo è Marie Denty, una pastorella di quindici anni, che affronta la povertà e la solitudine (la madre è morta giovanissima, il padre è un uomo buono ma taciturno) leggendo storie. Marie, sarà per la sua innata curiosità, sarà per il suo sguardo, diverso da quello dei compaesani si trova immersa nella vicenda a cercare di capire. Presto si troverà invischiata più di quanto crede, più di quanto vorrebbe.

Le morti proseguono, il caso della zona del Gevaudan arriva sino alle orecchie del re e ai fogli quotidiani di Parigi. Luigi XV invia a Le Malzieu il comandante della segreta organizzazione Louveterie (una sorta di corpo speciale per la caccia ai lupi), Francois Antoine, con il compito di scoprire cos'è la Bestia e di portarne la testa a Parigi. Marie si trova, ben presto, accusata dai paesani e presa sotto la propria protezione proprio da Francois Antoine, ma la caccia non dà gli esiti sperati e nel villaggio si fa strada la convinzione che ad uccidere sia proprio Antoine Chastel, il diciassettenne appena rientrato dall'esilio, accusato di licantropia.Sarà proprio la curiosità di Marie nei suoi confronti, che poi diventerà qualcosa di più, a causarle il sospetto e poi l'aperta accusa dei compaesani, che la ritengono complice, sino a veri e propri tentativi di linciaggio.

Ognuno sembra avere la propria verità, tutti combattono per sopravvivere, la Bestia li osserva e continua a mietere vittime, perdendo ogni freno.

Il romanzo è un esordio di una giovane autrice aretina, Silvia Daveri, formatasi come scrittrice alla Scuola di Narrazioni "Arturo Bandini" di Nausika e costituisce un'ottima prova, una scrittura sicura, una tensione costante.

L'amore, la paura e il terrore, il pregiudizio, la meschinità e il dolore sono le cifre che caratterizzano il romanzo.

Si tratta di una lettura per tutti, che sarà particolarmente apprezzata dagli adolescenti e che apre, infatti, una collana che guarda, con particolare attenzione, a loro.


Acquistando le produzioni teatrali fai un regalo alle persone che le vedranno e consenti alla cultura di continuare nella sua opera di crescita degli uomini, delle comunità e del mondo intero.
Le produzioni di Nausika sono scontate del 20% fino al 15 Novembre 2012.

GAS LIBRERIA LEGGERE

I gruppi di acquisto di prodotti biologici o a Km zero sono nati attorno agli anni '90, si sono dimostrati una forma di vendita diretta praticata e vincente ed oggi, in Italia, se ne possono contare moltissimi. Si tratta di un'esperienza importantissima di consumo critico e conferma che «la politica si fa in ogni momento della vita: al supermercato, in banca, sul posto di lavoro, all'edicola, in cucina, nel tempo libero. Scegliendo cosa e quanto consumare, da chi comprare, come viaggiare, cosa leggere o vedere, a chi affidare i nostri risparmi, noi rafforziamo un modello economico sostenibile o di saccheggio, sosteniamo imprese responsabili o no; possiamo sostenere un'economia solidale e dei diritti o una economia di sopraffazione reciproca». (Francesco Gesualdi)
La Libreria Leggere di Arezzo da oggi lancia l'idea di un G.A.S. per l'acquisto di libri, proponendo un'esperienza di consumo critico, rivalutando e rivitalizzando l'importante funzione culturale e sociale svolta dalle librerie indipendenti e scegliendo un tipo di economia che metta al centro le persone e le relazioni.
L'idea è quella di organizzare un gruppo consistente di persone che si accordino sull'acquisto dello stesso libro e che beneficeranno di uno sconto del 10%. Il G.A.S. Leggere potrà diventare anche un'opportunità per confrontarsi sugli acquisti fatti, per proporre idee e progetti, per individuare nuovi titoli ed editori, nonché per organizzare momenti conviviali e di discussione.
Per aderire alla rete basta contattare la Libreria Leggere su Facebook o scrivendo a comunicazione@librerialeggere.com




Nessun commento: