rdo Sciascia su Pasolini

domenica, febbraio 11, 2018

Sanremo secondo Paolo

Da Paolo Ricci Sordini:

"Prendendo spunto dalla canzone vincitrice del Festival, mi è venuta spontanea questa rivisitazione da dipendente RAI:

Al settimo piano non lo sanno che ore sono adesso
Il sole su Teulada oggi non è lo stesso
Su Rai1 c’è un concerto
la gente si diverte
Qualcuno canta un Jingle
Qualcuno guarda l’Auditel
Al Salario c’è puzza sempre ma oggi non la fiuti
Il cielo non fa sconti neanche per un falò di rifiuti
A Saxa i giornalisti hanno un po' vergogna
C’è gente sull’asfalto e colleghi nella gogna
E questo corpo enorme che noi chiamiamo azienda
Ferito nei suoi organi dagli appalti in ogni agenda
Galassie di persone disperse nello spazio
Ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
Di lavoratori senza aumenti, di precari senza pagamenti
Di volti illuminati dalla speranza di uno scioperaccio
Minuti di silenzio spezzati da una voce
Non ci avete dato niente
Non ci avete dato  niente
Non ci toglierete piùniente
Questa è la nostra vita che va avanti
Oltre tutto, oltre il dirigente
Non ci avete dato niente
Non avrete più niente
Perché tutto va oltre i vostri inutili inciuci
C’è chi si fa la croce
E chi prega sugli appalti
Le chiese ed i partiti
la RAI e tutti i favoriti
Ingressi separati della stessa casa
Migliaia di persone che sperano in qualcosa
Nomine e promozioni
Facce senza nomi
Scambiamoci la pelle
In fondo siamo lavoratori
Perché la nostra vita non è un punto di vista
E non esiste sindacato qualunquista
Non ci avete fatto niente
Non ci avete tolto niente
Questa è la nostra vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non ci avete dato niente
Non vi daremo più niente
Perché tutto va oltre i vostri inutili inciuci
Le vostre inutili guerre
Cadrà il dirigente
E tutti i suoi amichetti
I muri di contrasto alzati dagli inetti
Ma contro ogni favore che ostacola il cammino
Il dipendente si rialza
Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino
Non ci avete dato niente
Non avrete da noi più niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Non ci avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non ci avete tolto niente
Le vostre inutili guerre
Non ci avete dato niente
Le vostre inutili guerre
Da noi non avrete più niente
Le vostre inutili guerre
Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Come vola via una bolla

Nessun commento: