TUTTI I COLORI di EMMA BONINOgionali Lazio 24-25

martedì, gennaio 12, 2016

388° compleanno di Charles Perrault

Charles Perrault, famoso intellettuale francese, nacque il 12 gennaio di 388 anni fa.



Nacque a Tours, in Francia, il 12 gennaio del 1628 ed è stato uno dei più grandi scrittori del suo tempo. famoso soprattutto per le sue raccolte di fiabe – genere letterario a cui contribuì decisamente a dar forma di arte  – e per la scrittura di testi religiosi.
 Membro della Academie Française, fu uno dei protagonisti della polemica “Moderni-Antichi” all’interno della stessa Academie, insomma fu un personaggio decisamente notevole nell’ambiente letterario francese del diciassettesimo secolo.
Naque in una famiglia dell’alta borghesia francese: il padre avvocato divenuto parlamentare, uno dei fratelli – Claude Perrault – importante architetto (disegnò la facciata dell’ala est del Louvre ), fra gli altri ci furono un generale dell’esercito francese e un medico membro dell’Accademia delle Scienze.

Il giovane Perrault a Parigi studiò al College de Beauvais conseguendo ottimi risultati, ma lo abbandonò anticipatamente per una discussione sulla filosofia con uno dei suoi professori. Anzi proprio a causa di tale discussione, con un suo amico decise di studiare filosofia per proprio conto e divenuto avvocato non esercitò la professione.

La polemica dell’Academie Française
Molto vicino al ministro di Luigi XIV Colbert,  si occupò delle politiche artistiche e letterarie ed entrò a far parte dell’Academie Française nel 1671. Qui divenne il capo dei “Moderni” nella polemica con gli “Antichi”: questi ultimi sostenevano che il livello massimo di produzione artistica fosse stato raggiunto dagli scrittori e poeti antichi greci e romani, pertanto le nuove opere potevano essere solo delle imitazioni di quelle classiche; i “Moderni” al contrario ritenevano che gli autori classici non fossero affatto insuperabili e che anzi bisognava cercare nuove forme artistiche. Una polemica simile si era già sviluppata in Italia durante il Rinascimento e comunque era destinata ad andare ben oltre i limiti temporali della Francia del XVIII secolo...

Le fiabe di Charles Perrault
Charles Perrault raccolse molte fiabe della tradizione popolare: alcune le pubblicò  nel 1697 con il titolo "I racconti di Mamma Oca". In questo libro sono raccolte alcune fiabe famosissime, come La bella addormentata, Pollicino e Il gatto con gli stivali.
Alcunei di questi racconti erano già state pubblicate da Giambattista Basile in Lo cunto de li cunti  a cui si è recentemente ispirato il film “Il Racconto dei Racconti” di Matteo Garrone.
 Perrault tuttavia arricchì le narrazioni con riferimenti alla vita francese del suo tempo e spesso sottolineandone l’aspetto morale. Ufficialmente la paternità dei Racconti di Mamma Oca venne attribuita al figlio di Charles Perrault, Pierre: secondo l’intellettuale francese Marc Soriano il motivo è che Pierre Perrault, finito sotto processo per l’omicidio di un giovane in duello, con l’attribuzione della paternità dell’opera avrebbe potuto ricevere la protezione Reale.

Nessun commento: