TUTTI I COLORI di EMMA BONINOgionali Lazio 24-25

venerdì, novembre 15, 2013

Du côté de chez Swann, di Marcel Proust, a cento anni dalla pubblicazione


Gentili Autrici e Autori, Lettrici e Lettori,
a cento anni dalla pubblicazione di Du côté de chez Swann, di Marcel Proust, da parte dell'editore francese Grasset, proponiamo la versione integrale in francese con una introduzione di Anna Annamaria Vanalesti e traduzione dell'incipit di Alessandra Ponticelli Conti.
Scarica l'eBook gratuitamente:
http://www.ebook-larecherche.it/ebook.asp?Id=147

*

Iniziando la lettura del primo libro della Recherche dobbiamo essere consapevoli che stiamo entrando in una cattedrale, la prima forse che la letteratura del Novecento ha visto innalzare, splendida e misteriosa, solenne e altissima, in nulla inferiore alle grandi cattedrali dell’architettura medioevale europea. Ne parlò Luc Fraisse nel suo saggio L’Oeuvre cathédrale (Paris 1990) e lo stesso Proust dice nelle ultime pagine del Temps retrouvé, che uno scrittore che volesse scrivere un’opera sull’idea del tempo, dovrebbe prepararla “minutieusement.….le costruire comme une église” Dobbiamo quindi entrarvi da iniziati, spogliandoci di ogni pregiudizio critico, riconoscendo religiosamente che questo capolavoro non ha precedenti e non ha epigoni. Ognuno di noi pronunci dunque la frase di rito “Odi profanum vulgus et arceo” e si incammini in questo tempio della parola, che ha fatto crollare le fondamenta del romanzo tradizionale e ha destabilizzato tutte le regole e i canoni della narrativa. Qui domina sovrano il tempo, unico protagonista di un infinito racconto che ha, come solo strumento, la memoria e come oggetto centrale di studio il cuore dell’uomo. La mappa da seguire per percorrere il tracciato interno di questa cattedrale è piuttosto complicata, un intrico di figure che si sovrappongono in ogni persona che incontriamo, una trama invisibile di situazioni reali e immaginarie che si intrecciano di continuo, sotto lo sguardo indagatore di chi scrive, simile ad un navigatore solitario per un oceano senza confini...

Dall'introduzione di Anna Maria Vanalesti al romanzo Du côté de chez Swann pubblicato in eBook da LaRecherche.it


Grazie per l'attenzione, LaRecherche.it

Nessun commento: