TUTTI I COLORI di EMMA BONINOgionali Lazio 24-25

giovedì, ottobre 07, 2010

VATICANO, IOR, PEDOFILIA

L'oro del Vaticano è il titolo di un libro, 271 pagine, scritto da uno studioso della storia e delle faccende vaticane fino ai nostri giorni.
Vengono  elencati i tesori e le opere d'arte accumulate nei secoli da una chiesa potentissima e molto spregiudicata.

Claudio Rendina, l'autore, supera Dan Brown nello descrivere duemila anni di imbrogli, delitti e mercimonio unendo una precisa sintesi storica ad aneddoti e curiosità che rendono questo libro interessantissimo e leggibile per tutti (Newton Compton Editori).

 Ne esce una storia nascosta dello Stato vaticano veramente vergognosa, che non
molti anni fa non sarebbe potuto uscire a causa di censure e pressioni sugli editori.

 Una strana realtà fa tuttora che in Italia i governi di destra e di sinistra hanno fornito alla chiesa cattolica sempre più agevolazioni, finanziarie etc., mentre la legge difficilmente riesce ad indagare sulla banca vaticana (IOR – Istituto Opere Religiose o meglio Istituto Opere Riciclaggi), fatto che fa pensare che oltre alle diverse mafie anche molti politici, sia italiani che esteri, abbiano investito soldi neri nel suddetto istituto bancario, una ragione per cui potrebbero risultare ricattabili. Insomma, sotto il manto della bontà cristiana si cela una delle centrali del crimine più potenti del mondo che tuttora sembra quasi intoccabile.

 In Italia, soprattutto a causa della confusione nel sistema fiscale e giudiziario, evidentemente voluto così dalla politica, è facile per i potenti, servendosi di buoni avvocati, di scampare a condanne definitive (leggi prescrizione).

 L'Italia è un paese bellissimo e anche ricchissimo, ma dove si vive male grazie ad una burocrazia spesso incapace (raccomandati!), con 120 miliardi di euro evasi ogni anno, dove la chiesa cattolica non paga tasse (la sola ICI calcolata in circa 2 miliardi annui) e fa quindi concorrenza sleale ad alberghi, negozi, etcetera.

 L'Italia se governata bene potrebbe avere strade bellissime, ferrovie efficienti, una Alitalia gloriosa, internet gratis per tutti, un sistema sanitario efficiente, energie alternative da coprire quasi il fabbisogno, una natura pulita, un turismo sempre crescente e tante altre cose ancora, troppe da enumerare.

 La gente, grazie ad un sistematico controllo sui mass-media è poco informata e perciò incapace di reagire contro il malgoverno diffuso.
 Il popolo inoltre è stato sempre represso da capi e chiesa che lo rendeva suddito e non cittadino, ma questo si potrebbe considerare un fatto storico culturale.
  Una gran parte dei giovani oggi è senza lavoro e senza alcuna prospettiva per il futuro, ai giovani laureati, ai cervelli, l'unica possibilità è di lasciare questo paese che tanto ha dato a tutto il mondo come cultura, scienza ed arte.
Che peccato!!!

           Peter Boom – http://www.pansexuality.it

 Altri libri da leggere:
Vaticano S.p.A. Di Gianluigi Nuzzi - Chiarelettere
Viaggio nel silenzio di Vania Lucia Gaito - Chiarelettere


Nessun commento: