TUTTI I COLORI di EMMA BONINOgionali Lazio 24-25

giovedì, maggio 03, 2007

VIOLENZA, SESSISMO, OMOFOBIA: BOLOGNA RIGETTA CAPLETON E BEENIE MAN

VIOLENZA, SESSISMO, OMOFOBIA: BOLOGNA RIGETTA CAPLETON E BEENIE MAN

Le associazioni e le realtà gay lesbiche trans di Bologna hanno da tempo
consolidato relazioni con i soggetti impegnati, a vario titolo, nella
costruzione di una società basata sulla valorizzazione di ogni diversità e
su una socialità che afferma le diverse espressioni culturali della
liberazione dall'oppressione neoliberista ed eteropatriarcale.

Queste relazioni, che includono il Link e l'Estragon hanno permesso il
raggiungimento di un risultato comune: i previsti concerti di Capleton e
Beenie Man - musicisti che fanno del sessismo e della violenza contro
lesbiche, gay e trans il messaggio principale della loro musica - sono
stati cancellati.
Un risultato molto significativo per una città che ha subìto, negli ultimi
mesi, stupri e violenze a carico di donne, lesbiche, gay e trans, il tutto
mentre continua la grave campagna denigratoria a carico di ogni differenza
portata avanti da chiesa e destre.

E' questo un esempio che auspichiamo sia seguito anche dagli organizzatori
dei concerti nelle altre città:
Rolling Stone e Alcatraz club (Milano),
Liveclub (Trezzo sull'Adda, Milano),
Teatro Tenda Strisce e Villaggio Globale (Roma).

In questo senso, invitiamo tutte e tutti a sostenere la campagna nazionale di boicottaggio, la cui documentazione è pubblicata su
http://nonsoloreggae.noblogs.org

Antagonismo Gay
Arcigay Il Cassero
Arcilesbica Bologna
Fuoricampo Lesbian Group
MIT - Movimentò Identità Transessuale

Nessun commento: