TUTTI I COLORI di EMMA BONINOgionali Lazio 24-25

venerdì, marzo 02, 2007

BAZAR TI STRUSCIA

IN ATTESA DEL BAZARCOLLECTION IN LIBRERIA, LEGGIAMO IL NUOVO NUMERO DI BAZAR ON WEB:

EDITORIALE: “Bazar è una percussione, lo strusciare di un crine su una o più sequenze di corde, un pizzico che fa vibrare: è un atto, una pratica attraverso una leva, su uno strumento” (LEGGI L’EDITORIALE)

THE BEST OF MARCH:


Architetture&Design: forme che si esprimono (Riccarda Patelli Linari)
PROGETTO A 360 GRADI: ABITARE DIVENTA ATTO IDENTITARIO
Forse è nata da quel grado in più l’idea di progettare edifici che possono ruotare di 360° intorno a un perno centrale. Se poi a ruotare è ogni singolo piano, indipendentemente uno dall’altro, l’esistenza del 361esimo grado è sempre più una certezza! In attesa di sorprendenti conferme angolari, è certa l’esistenza di due progetti architettonici snodati. Il Wind Shaped Pavilion, struttura leggera con 6 piani girevoli e indipendenti fra loro, che possono ruotare lentamente spinti dal vento modificando l’aspetto dell’edificio e generando energia. Il padiglione può essere a uso pubblico o privato e gli inquilini potrebbero far girare i propri appartamenti secondo l’orientamento o il panorama desiderato. È solo uno dei fantasiosi progetti del californiano Michael Jantzen, visibili nel “portfolio” di www.humanshelter.org Un grado in più anche per il progetto di architettura dinamica dello studio David Fisher. Si tratta della Rotating Tower grattacielo made in Italy da costruire a Dubai, sede di progetti e costruzioni futuribili. Pannelli solari su ognuno dei 59 piani che, come girandole al vento e attraverso un lento movimento, produrranno energia stimata in 190 milioni di kilowatt annui. Nella struttura ecosostenibile e scenicamente mutevole gli inquilini potranno essere autosufficienti dal punto di vista energetico e ammirare l’alba e il tramonto dalla stessa stanza. La torre per il momento gira in rete su www.architetturaedesign.it/index.php/2006/12/05/rotating-tower-dubai-david-fisher-architettura-futuro-torre-rotante.htm

Noi: identità europea, il nostro nuovo mondo (Guido Dolara)
MILIONIKI - CITTÀ RUSSE IN ASCESA
Bazar suggerisce di tenere d’occhio i “millioniki”, città russe che superano il milione di abitanti. Un fascino ancora non eclatante, spesso non ovvio perché nascosto dietro alla grigia architettura sovietica. Ma un fascino che promette cambiamento…
NIZHNY NOVGOROD, nota con il nome di “Gorkii” in periodo sovietico, è una città storica fondata nel medio evo sulle sponde del fiume Volga, tra Mosca e la Siberia, che anche il suo piccolo Cremlino. Nel periodo sovietico, centro dell’industria militare, era chiusa agli stranieri. Oggi è il cuore dell’industria automobilistica e high tech. Passeggiate lungo la strada Bol'shaya Pokrovskaya per trovare nelle nuove boutique la nuova ricchezza della città, e la sera andate a ballare al “Quinto Elemento” sulla strada dedicata a Massimo Gorkii, discoteca su + piani dove si trova la nuova generazione di lavoratori dedicatissimi che escono solo tardi dopo lunghe giornate di affari.
Info: www.lufthansa.it , www.csa.cz , www.ba.com , www.austrian.com ).
Siberian Airlines (www.s7.ru ),

Divergere: abilità multiple (Giovanni Prattichizzo)
TESTI DI DONNE DISABILI PER RACCONTARSI: MANDATE!
Essere come nessun'altra. E raccontarlo. Nella sua originalità. Scrivere della propria disabilità fisica, degli amori e degli affetti, delle delusioni e della propria famiglia. C'è tempo fino a fine giugno per partecipare al progetto "Scriviamo di noi", ideato da un gruppo di donne che si riunisce sul tema "Donna e disabilità (fisica)" all'Aias (Associazione italiana assistenza spastici) di Bologna. Iniziativa con lo scopo di raccogliere storie e racconti autobiografici di donne disabili in tutta Italia.
I contributi scritti, della lunghezza variabile da 1 a 3 pagine, dovranno pervenire in formato elettronico, a: “Scriviamo di noi” info@aiasbo.it. Oppure inviati per iscritto a "Scriviamo di noi", presso AIAS Bologna, via Ferrara 32, 40100 Bologna.
I contributi possono pervenire, se si ritiene, anche in forma anonima.
Info: info@aiasbo.it - tel. 051/45.47.27

Hitech: mondi possibili (Giulia Taglienti)
IGENE E MAGIA...
Finalmente i veri igienisti avranno la loro. E non solo loro… Dover buttare qualche rifiuto nella cestino della spazzatura da un semplice gesto quotidiano potrebbe trasformarsi in un divertente sfizio! In che modo? La wastecan i.Master Wesco ha ideato un nuovissimo modello di cestino per la pattumiera la sua praticità balza subito all’occhio: basta avvicinare la mano al coperchio del cestino che, grazie ad appositi sensori all’infrarosso, è in grado di riconoscere la mano per dare il comando di aprire. E il coperchio si scoperchia! Lasciando tutti a bocca aperta…
L’idea ci preserva da sporcizie perché evita il contatto diretto con il cestino. A questo indirizzo potrete trovare il magico cestino per la modica somma di 330 euro il suo prezzo originale con una vasta gamma di colori.
http://www.questodesign.com/shop/proddetail.php?prod=wesco_kickboy&cat=9

Avere: oggetti oggetti oggetti (Livio Montesarchio)
BURQUINA: AZZARDARE UN PO’ DI ALLEGRIA FORSE FA BENE...
Probabilmente i dibattiti riguardo al problema del velo per le donne musulmane ci sono in Australia come da noi. Però, mentre nella vecchia Europa per la maggior parte del tempo ci si perde in chiacchiere televisive e non, dall’altra parte del mondo qualcosa per facilitare un’integrazione problematica è stata fatta: una ditta che si chiama Ahiida ha creato il BURQINI, costume da bagno adatto per le donne musulmane che vogliono portare il velo ma anche andare in spiaggia.
Il prezzo è abbastanza elevato –tra i 170 e i 190 $-, ma l’idea vale l’azzardo!
(http://www.ahiida.com/)


BAZAR PER CONOSCERSI E INCONTRARSI:


GLI ULTIMI 2 MERCOLEDI IN FACOLTA’ A ROMA: 7 E 14 MARZO PER PARLARE E GIOCARE CON L’ULTIMO LIBRO BAZAR

Ancora parole e scherzi per presentare il libro appena uscito (Rai Eri-Pellegrini) “BAZAR CULTURAL BRAND: COMUNICARE SEMPRE”
Facolta’ di Scienze della Comunicazione, Centro Congressi, via Salaria 113, Roma

7 marzo, Lorenzo Botton, informatore: “Bazar infoedutainment: informare divertendo e divertire educando”
14 marzo, Cristiana Scoppa, responsabile comunicazione AIDOS: “Comunicare progetti di sviluppo secondo il Metodo Bazar: un esempio concreto”
CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’

Nessun commento: